LA RINOPLASTICA MEDICA

La rinoplastica nasce in India circa 2600 anni fa per rimediare all'amputazione del naso riservata alle adultere come punizione. Solo nel secolo scorso però, la tecnica chirurgica viene via via perfezionata. Il naso ha una parte osseo-cartilagine fissa, ed una solo cartilaginea mobile. Con una visita che prevede una analisi fotografica completa e video dinamica (per verificare anche la trazione muscolare sulla punta nasale) siamo in grado di valutare le simmetrie del volto e del naso, i rapporti di proporzione e soprattutto i principali angoli che il profilo del naso forma con le altre strutture del viso. Dallo studio e dalla misurazione di questi angoli eseguito su foto e computer si riesce a eseguire una diagnosi ed a trovare il giusto trattamento per risolvere in modo non chirurgico un inestetismo a volte molto condizionante. Grazie ad una corretta diagnosi è quindi possibile eseguire un trattamento che modifichi il naso in maniera non invasiva e soddisfacente, utilizzando FILLERS e TOSSINA BOTULINICA a seconda dell'indicazione studiata e concordata col paziente. Si corregge così anche una rinoplastica chirurgica venuta male